Mar 03

SE HAI LA PANCIA GONFIA TOGLI LE VERDURE..?!

Hai problemi i intestinali? Togli la verdura. 

Hai problemi di colesterolo? Togli i latticini. 

Hai problemi di  trigliceridi? Togli la pasta e il pane. 

Hai problemi di uricemia alta? Togli la carne.

Spesso mi capita che i pazienti vengano da me con un problema “medico” correlato anche allo stile di vita con il consiglio del medico o di un conoscente di eliminare questo o quello.

Capita di rado che venga detto alle persone di eliminare l’alcol, di limitare gli  zuccheri e i dolci cibi industriali, o che  si dica loro di fare più movimento…

Nessuno che chieda loro cosa e come stiano mangiando…  Si, perché a alle persone viene detto loro di eliminare cibi che non consumano affatto!

I nostri medici sono impegnatissimi su mille fronti quindi questa non è una critica volta al loro lavoro, capisco che non possano permettersi di fare domande approfondite, hanno tanti pazienti e poco tempo. La mia è una critica di “sistema” 

Si corre si ha poco tempo, si crede che l’alimentazione sia una cosa o poco utile o semplice. Il sistema sanitario non la tiene minimamente in considerazione a scopo preventivo (quanti soldi si risparmierebbero?)

In realtà nella sua semplicità la nutrizione è anche molto complessa e solo chi ha una visione a 36°C riesce ad individuare meglio il problema o le criticità.

In generale, una cosa da tenere presente è di fare  attenzione al consiglio generico! Il consiglio generico quasi mai risolve il problema e se lo risolve ne crea altri a cascata! 

Un consiglio generico, inoltre, può creare molta confusione nelle persone che, eliminando un’intera categoria di cibi, finiscono con l’abusare di altre; in altri casi invece il consiglio non viene nemmeno compreso a fondo e il paziente inizia a far di testa sua, eliminando selezionatamene ciò che magari andava bene  e continuando imperterrito a mangiare ciò che non va.

La soluzione o la migliore soluzione in ambito nutrizionale ve la può offrire solo un nutrizionista, perché è solo con la valutazione specifica del soggetto che è possibile capire come agire. 

La nutrizione è una cosa complessa, non è come prendere una pastiglia. Mangiamo più volte al giorno, tutti i giorni della nostra vita e un consiglio singolo può generare confusione ma anche fare danni.

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.