Mar 28

NUTRIZIONISTA BRAVO? 4 TIPI DA EVITARE

Il nutrizionista  bravo, sia sportivo che non, deve essere una persona preparata ma anche seria.

Cerchi un nutrizionista  bravo, un nutrizionista sportivo, un nutrizionista aggiornato? Attento ai ciarlatani.

Conosco bene il mondo della nutrizione, del fitness e dello sport. Parlo e seguo molte persone che oltre ad essere atleti sono anche professionisti. Capita spesso di parlare delle loro esperienze passate con altri nutrizionisti sportivi e non e a volte mi si gelano le vene, quello che hanno incontrato non era per nulla un nutrizionista bravo.

Ci sono una serie di soggetti in giro, che vi succhiano denaro, energia e salute. Possiamo dividerli in varie categorie, provate a pensare se siete in passato incappati in qualcuno di questi o se tuttora vi stanno seguendo. Nel caso rivalutate la vostra posizione. Scegliete un nutrizionista serio e davvero bravo (link).

 

I quattro tipi di nutrizionisti  da evitare

I 4 tipi di nutrizionisti ciarlatani da cui scappare immediatamente:

  1. Il nutrizionista abusivo. Non ha i titoli per esercitare.
  2. Il malato di DCA (disturbo del comportamento alimentare)
  3. Il nutrizionista che si attiene ad un unico protocollo standard
  4. quello che ti fa stare peggio di prima.

 

Caso 1 l’abusivo improvvisato

Caratteristiche del nutrizionista  abusivo

Non ha i titoli (gli unici in Italia: Medicina, Biologia, Dietistica) per esercitare e si improvvisa nutrizionista perché ha fatto un corso di qualche giornata in nutrizione. Userà parole come coach, motivatore, educatore alimentare e ti insegnerà a mangiare dandoti delle regole che probabilmente già conoscevi (e forse anche sbagliate). Ne esistono anche di laureati ma con laurea che non permette iscrizione all’albo corretto. Ad esempio i tecnologi alimentari sono abusivi se non hanno l’iscrizione all’albo dei biologi (non dei tecnologi). Qui non si parla di cercare un nutrizionista bravo si parla di legalità. Attenzione a questi soggetti non sono nemmeno assicurati per la professione, che se non lo sai, è sanitaria a tutti gli effetti.

Dove svolge l’attività il nutrizionista abusivo

E’ anche possibile che ,per svolgere il suo lavoro, afferisca a una farmacia, o peggio ancora a un centro olistico, di medicina naturale o un centro yoga. Questo perché non potendo esercitare non può avere uno studio tutto suo. La fattura probabilmente non ve la fa e se ve la fa non è detraibile. Una visita nutrizionale regolare invece è sempre detraibile come una qualsiasi visita sanitaria. Alcuni hanno invece sutdio e p.iva come educatori, ma non possono prescrivere diete e piani alimentari.

 

Caso 2 il malato di DCA

Caratteristiche del nutrizionista con DCA

Si tratta di  individuo (professionista e non) affetto da un disturbo dell’alimentazione; può essere perché magari vive nel modo di sport e pratica (o meglio praticava)  la restrizione calorica al fine di raggiungere un obiettivo estetico o meno. In genere vi vieta più o meno l’80% dei cibi e nemmeno per il vostro compleanno potete mangiarli.

Come riconoscere  il nutrizionista affetto da  DCA

Lui stesso pratica quello che vi dice e se vi va bene riuscite a scappare perché dopo un mese vi stancate, se va male vi trovate all’ospedale o a dover essere seguiti per anni dallo psicologo.

Ne vedo tanti. Sono attorno a noi. Seguo varie persone che hanno ancora strascichi psico-fisici seri a causa di questi “professionisti”. Un bravo nutrizionista ha  un equilibrio da trasmettere al paziente, può avere problemi personali, aver avuto questo genere di patologia ma non deve certo trasmetterla al paziente.

Caso 3 quello che si attiene al protocollo standard magico

Caratteristiche del nutrizionista del protocollo standard magico

Questo soggetto potrebbe pure essere laureato ma non ha la capacità di ragionamento o autonomia. Il protocollo è così, funziona esclusivamente così, guai ad uscire dal seminato. In questo caso, quindi, se tu non riesci a seguirlo in modo completo, fa lo stesso, ti devi adattare parchè la “verità” è  nel protocollo. Quindi protocolli tutti uguali. Se per lui è il veganesimo che va bene, devi mangiare vegano, se è la paleodieta che va bene, devi seguire la paleo dieta e così via.  Attento quindi, pagherai molti soldi per non avere poi una reale educazione. Un nutrizionista bravo adatta al paziente la dieta o il protocollo.

 

Caso 4 il nutrizionista che ti fa sentire peggio.

Premessa: dimagrire non è un criterio corretto per la  valutazione della bravura del nutrizionista

Molti vanno dal nutrizionista solo per dimagrire e valutano positivo il semplice fatto di dimagrire. Ma se non lo sai dimagrire è facile per la maggior parte delle persone. Quindi non potete valutare un nutrizionista dal fatto che vi ha fatto dimagrire.

Caratteristiche del nutrizionista che vi fa sentire peggio

Posto che il nutrizionista devi valutarlo in base a come il dimagrimento vi fa stare, come riesci poi nel tempo a mantenere il dimagrimento, la fatica che fai per il tuo risultato (valido anche per gli sportivi) il livelli di  energia che hai, il livello della prestazione e performance sportiva, lo stress che ti da seguire la dieta.

Se giudichi negativi questi aspetti allora il professionista non è un bravo nutrizionista. Se le restrizioni sono tante, la fatica è grande, l’umore peggiora… non è nemmeno un professionista.

In conclusione

E’ successo anche a te di rivolgerti a un nutrizionista che appartiene a una o più di queste  categorie?

Fai attenzione quindi perché il nutrizionista deve essere un alleato e una persona preparata, aggiornata, flessibile.

Se non lo hai letto leggi anche questo articolo come scegliere il nutrizionista senza farsi fregare

Se stai cercando un nutrizionista con la N maiuscola ecco qui i miei contatti.

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.