Controcorrente Sport Viadana
Nov 14

INTEGRATORI SI O NO?

Recentemente Report ha dedicato una puntata al tema degli integratori. Nel programma venivano intervistati farmacisti, gente comune, e importanti nutrizionisti per quanto riguarda l’uso di questi prodotti. Mi pare che gli intervistati fossero suddivisi in due categorie. Chi ritiene che assumere integratori sia utilissimo, chi ritiene che sia inutile.

Alcuni degli intervistati (venditori) decantavano numerosi proprietà di questo o di quell’altro integratore. I comuni cittadini affermavano di fare usi di alcuni prodotti e di trovarne beneficio. I venditori ovviamente spingevano sull’utilizzo. Gli esperti affermavano che spesso gli integratori sono inutili e che anzi se in eccesso possono fare male.

Penso che questo servizio sia stato utile a tante persone, ad aiutare ad aprire gli occhi e a rendersi conto che non per forza ciò che il farmacista o l’erborista suggeriscono può essere davvero utile (e non voglio generalizzare perché in realtà esistono farmacisti onestissimi e anche nutrizionisti che vendono prodotti pur non potendolo fare), ma volevo fare alcune considerazioni su questo tema.

Come sempre il problema è quello di rischiare di generalizzare. I miei pazienti lo sanno bene Ad ogni risposta sul tema di integrazione e alimentazione la mia risposta al 99% è “dipende”. Questo perché ogni pratica, abitudine, cibo, credenza e integratore ha un senso o un’utilità sempre e solo nel contesto in cui lo si usa.

Ad esempio per quanto riguarda generici comportamenti non sempre è utile fare 3 pasti e 3 spuntini al giorno, dipende dai casi. Non sempre è sconsigliabile consumare la frutta dopo i pasti, non sempre è sbagliato saltare la colazione non sempre i legumi fanno bene e la carne fa male. Dipende.

Ma torniamo ai nostri integratori. Penso che l’errore di valutazione sia il modo in cui gli integratori vengono venduti. Non vengono proposti valutando prima eventuali carenze o reali  necessità. 

Vengono proposti perché portatori di vantaggi, come per esempio la vitamina C è anti-ossidante e protegge dalle infezioni respiratorie, le vitamine del gruppo B contribuiscono al metabolismo energetico (e cosa signica???). La vitamina D serve per la salute delle ossa. 

Dovete in realtà sapere che tutte queste sostanze presenti negli integratori agiscono biochimicamente nel nostro organismo in modo molto più complesso. Il risultato finale potrebbe essere quello di essere anti-ossidanti o contribuire al metabolismo delle ossa ma è una semplificazione portata all’estremo anche perché dipende se in realtà vi è effettiva carenza e da numerevoli altri fattori.  Quindi fin qui tutto bene, il servizio ha detto cose assolutamente vere. Spesso gli integratori non servono a nulla!

Ma attenzione, non servono a nulla se non si sa nulla di quali sono le carenze, le abitudini e le eventuali patologie della persona, In questi casi invece può essere utile integrare con particolari sostanze che possono da una parte coprire carenze qualora non siano introdotti tutti i nutrienti con l’alimentazione, A volte non è proprio possibile coprire certe necessità con l’alimentazione soltanto anche se ci si impegna tantissimo. A volte l’integrazione è quasi un farmaco, vale a dire ci fornisce qualcosa che è aggiuntivo ed è utile ad esempio in caso di patologia o sport.

Attenzione, quindi, a generalizzare, Non fatevi consigliare da chiunque, ne da chi non ha studiato, ne da chi propone a tutti la stessa cosa, da chi pure avendo studiato non sa nulla di voi o pochissimo della vostra storia o delle vostre abitudini (non basta direche siete stanchi per determinare una carenza specifica). 

Accettate consigli da chi oltre ad avere un titolo, conosce tutto di voi (un nutrizionista, un medico, un dietista che vi fanno numerose domande) o dal medico che vi consiglia l’integratore per migliorare lo stato di una patologia.

Ecco quindi un piccolo elenco (semplificato e non esaustivo) di eventuali integratori che sono utilissimi in caso di alcune situazioni:

Vitamina D

Acido folico

Inositolo

Prebiotici

Probiotici

Coenzima Q

Magnesio

Omega 3

Ovviamente vi starete chiedendo se vi servono… e io vi rispondo: dipende!!

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana