Controcorrente Sport Viadana
Dic 04

I GUSTI E LA LORO PERCEZIONE

❓Sapete che i gusti si possono modificare nel tempo? Lo saprete o lo avrete notato sicuramente, ciò che da piccoli non piace, da adulti spesso può venire a piacere.  

🥗 🥘L’accettazione di nuovi alimenti è un evento molto complesso dal punto di vista comportamentale perché necessita di un processo di superamento della normale neofobia, meccanismo di difesa naturale che ogni mammifero manifesta contro un possibile avvelenamento. 

🚦Solo due sono i sistemi che possono superare questo “blocco” naturale:

 1️⃣ sentire i sapori durante l’allattamento grazie ad una madre che mangia in modo vario e ci trasmette così l’abitudine a gusti vari, 

2️⃣oppure abituarsi a testare ripetutamente alimenti nuovi poco alla volta e con qualche piccola strategia pratica (valido sia per i bambini che per gli adulti un po’ ritardatari).

👍L’accettazione può avvenire in seguito a otto esposizioni ma non è strano che avvenga anche dopo quindici; quindi è normale che subito un cibo non piaccia per nulla ma che dopo 20 assaggi finisca per essere davvero molto gradito.

🍔Quando poi si è abituati a mangiare cibi dai sapori particolarmente forti è facile che il nostro palato non apprezzi quelli più semplici come il sapore della verdura o di un semplice uovo al tegamino. Più mangiamo saporito e condito più vogliamo cibo di questo genere. 

🏹 Anche in questo caso si tratta di adattamenti complessi che si sono sviluppati con l’evoluzione affinché l’uomo fosse più attratto da cibi carichi dal punto di vista energetico perché questo garantiva infatti una maggiore sopravvivenza (quando il cibo scarseggiava e si doveva andare a cercarlo o catturarlo).

 ❗️Ora questo meccanismo ci si rivolta contro! Se siamo attratti da sapori forti (cibi carichi energeticamente sono cibi particolarmente grassi o zuccherati o salati) facciamo fatica a resistere o siamo portati a non voler mangiare cibi più salutari dal momento che ne siam circondati.

👩🏻‍🍳 👨🏻‍🍳Non parlo solo di fritti, di dolci, di snack o di cibi industriali. Spesso nelle nostre zone si mangia ancora genuino, ma questo non significa che sia necessariamente a basso contenuto calorico! 

Mi riferisco anche a piatti che sembrano sani ma che in realtà non lo sono. Ad esempio i piatti composti con la verdura, che sono fatti si in casa ma contengono troppi ingredienti in poco spazio e la cui somma crea delle vere proprie bombe sia di calorie di difficile digeribilità come tortini polpettoni ecc.

👩🏻‍💻Come fare allora? A tutto c’è un rimedio. Imparare a mangiare in modo sano è possibile e necessita di lavoro e impegno ma alla fine del percorso ci si ritrova ad apprezzare tantissimo i sapori più “naturali” e ad accorgerci che i cibi calorici o spazzatura ci appesantiscono tantissimo e non ci fanno stare bene. Solo scoprendo l’altro lato della medaglia si scopre che mangiare sano è sempre e solo un vantaggio!

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana