Controcorrente Sport Viadana
Gen 30

GRASSO ENERGIA E CO2

Il grasso corporeo è un organo vero e proprio che contiene cellule adipose in grado di produrre sostanze e ormoni e di stoccare al loro interno lipidi a scopo energetico. Ma quanta energia scaturisce dal grasso corporeo? E dove finisce una volta consumato?

Quando fai attività fisica o quando segui una dieta il corpo per produrre energia utilizza (in parte) il grasso depositato.

Anche le persone più magre hanno grasso nell’organismo, tanto che una parte di questo è chiamato grasso essenziale (e non può venire a meno in nessuno, pena problemi di salute) mentre l’altra parte è denominata grasso di deposito.

Quante energia ci fornisce il grasso? 7000Kcal ogni chilo di grasso “bruciato”.

Quindi, per bruciare un chilo di grasso dobbiamo consumare 7000Kcal e lo possiamo fare in vari modi:

1) aumentando il nostro dispendio energetico di questo valore e mangiando allo stesso modo 

2)  avere un deficit calorico alimentare nel tempo di 7000Kcal.

3) fare entrambe le cose

Più creo deficit prima brucio grasso

(NOTA BENE: i deficit devono essere bilanciati con criterio  perché comportamenti eccessivi generano risposte anomale nell’organismo che portano a patologia)

Questo è valido a grandi linee perché in realtà non bruciamo solo grassi per produrre energia ma anche carboidrati e in parte proteine.

Ma la domanda posta era un’altra: dove finisce il grasso? Molti di voi risponderanno “nel water”. 

In realtà il grasso bruciato non finisce giù negli scarichi. O comunque solo in parte.

Il grasso bruciato viene  trasformato, tramite i processi metabolici, in acqua CO2 (anidride carbonica) e calore. 

Nella pratica, secondo la prima legge della termodinamica l’energia non si crea ne si distrugge, semplicemente si trasforma.

Il grasso finisce in CO2 esalata.

Non basta però respirare più velocemente per aumentare il consumo, bisogna fare fatica, ci deve essere richiesta energetica da parte del nostro organismo.

Ma allora, visto che siamo in tema di riscaldamento globale, consumare di più fa inquinare di più? 

Non è così. L’aumento di CO2 nel pianeta non è dovuta a scambi energetici di materia vivente (cibo/catena alimentare/animali/esseri viventi) ma di emissione di CO2 stoccata in materiale fossile da milioni di anni che viene liberata velocemente nell’atmosfera dopo essere stata fissata in modo inerte per così tanto tempo.

Questa quindi nn può essere una scusa per non muoversi! 

Se volete liberarvi dal grasso dovete liberare CO2 con attività fisica!

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana