Controcorrente Sport Viadana
Ott 25

DONNE E SCARSA ATTIVITA’ FISICA: ATTITUDINE O ALTRE CAUSE?

Le donne hanno poco tempo per l’attività fisica, è vero?
La clientela più frequente dello studio del nutrizionista è donna.
Più mi confronto, più mi accorgo delle mille difficoltà che molte di loro devono affrontare.
Le battaglie con il peso sono frutto spesso della scarsa attitudine all’attività fisica, che le porta più facilmente a ingrassare.
Su questo molte dovrebbero davvero lavorare, sulla costanza, sul prendere atto che senza attività fisica regolare, in un mondo che ci costringe perennemente seduti e circondati da cibo, è davvero difficile, se non impossibile, mantenere un peso accettabile per una donna.
Le donne hanno un dispendio calorico di base più basso e impiegano molto meno tempo a ingrassare rispetto agli uomini.
Ma c’è anche da dire che numerose donne non vivono la loro vita nelle stesse condizioni e con le stesse opportunità degli uomini; sulle loro spalle spesso gravano maggiori compiti, perché la donna di oggi lavora 40 ore a settimana ma spesso è lei che si occupa della casa, dei famigliari, dei figli o dei genitori anziani.
Come possono trovare anche il tempo di curare se stesse? La loro salute, le loro necessità sono spesso lasciate in disparte perché ci sono prima altre priorità.
Il problema è che queste donne soffrono molto. Soffrono perché vorrebbero fare di più per se stesse, perché non si riconoscono più, perché sono schiacciate dagli impegni e dai pensieri.
Allora scrivo agli uomini, anche quelli che sono etichettati come bravissimi… Questo mi dicono molte di queste donne: mio marito è bravo perché mi aiuta se ho bisogno.
Come se i compiti di casa e di famiglia fossero della parte femminile (che però anche lavora) e l’uomo desse un’aiuto per una per gentile concessione…
Ascoltate e osservate le donne in famiglia, chiedete loro come stanno, non chiedete loro solo cosa fare per aiutarle quando le difficoltà sono già arrivate, ma cosa potete fare per suddividervi davvero equamente i compiti in modo da alleggerire anche il loro impegno mentale.
Affinché le donne possano finalmente programmare qualche ora a settimana per la cura di se stesse tramite lo scarico dello stress, l’alimentazione e una attività fisica regolare.
Insomma si, forse le donne trovano molte più scuse per non fare attività fisica regolare, ma allo stesso tempo le condizioni in cui si trovano sono spesso meno facili da rendere questo più naturale.
Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana