Controcorrente Sport Viadana
Dic 31

COME I PROPOSITI PER IL NUOVO ANNO DIVENTERANNO REALTA’

 

Vorrei proporvi un metodo, che ho letto su un blog di un famoso life coach, Kerwin Rae, per fare in modo di apprezzare voi stessi un po’ di più al termine del prossimo anno. Fate una lista scritta di propositi, scrivete cose fattibili; devono richiedere impegno, ma non devono essere impossibili. I propositi possono essere di qualsiasi tipo, da un viaggio, a un corso, all’imparare qualcosa di nuovo, allo stare più tempo con chi amate, al fare qualcosa di utile per gli altri. Se il proposito è particolarmente impegnativo e richiede molto tempo, suddividetelo in passi o tappe successive.

Ad esempio: vi proponete di perdere molto peso perché avete bisogno di dimagrire? Non proponetevi ti perdere 30 chili ma immaginate il vostro percorso nel tempo e proponete di perderne pochi alla volta di chili, iniziando a seguire una dieta dimagrante ben fatta, che vi insegni a mangiare in modo sano. Alla fine dell’anno, non li avrete forse persi tutti, ma sarete ad un buon passo. E per farlo rivolgetevi sempre ad un professionista della salute (Biologo Nutrizionista o Dietista o Medico) evitando il fai-da-te e professioni non autorizzate (life coach, personal trainer, farmacisti, naturopati…).

Ogni volta che avrete fatto qualcosa di positivo, come ad esempio visitato un posto nuovo, mangiato un cibo mai assaggiato prima, imparato a fare qualcosa che non avevate mai fatto (ad esempio cucire, suonare, uno sport…) scrivetelo su un biglietto. Scrivete su di un biglietto l’obiettivo raggiunto ogni volta che questo accade. Riponete i biglietti ripiegati in un barattolo. Cercate di riempirlo, quel barattolo. Alla fine dell’anno, il 31 dicembre 2016, dovrete riaprire il barattolo e rileggere i vostri piccoli e grandi successi. Vi rendete conto di aver fatto qualcosa per voi e per gli altri, di non essere poi così male, e di essere cresciti nel tempo e di essere migliorati tanto rispetto agli anni precedenti in cui vi eravate dati degli obiettivi che non siete mai riusciti a raggiungere. 

Tenete sempre presente dove siete, dove volete andare e tutte le tappe per la riuscita del vostro viaggio, che è la vita. Perché, non so se lo sapete già, ma la felicità è un modo di viaggiare non una destinazione da raggiungere.

Se vi è piaciuta la ricetta condividetela con i vostri amici e vi invito a visitare la mia pagina FacebookGoogle +Instagram e Twitter!

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana