Controcorrente Sport Viadana
Set 26

5 FALSI MITI SUI CIBI CHE INGRASSANO

Almeno una volta mi sono sentita dire: dottoressa, ma questo cibo non fa ingrassare?  Partiamo da un concetto base: non sono i grassi che fanno ingrassare o i carboidrati, è il cattivo uso che si fa del cibo. Esistono poi, in particolare, dei cibi che sono spesso considerati proibiti da chi segue una dieta dimagrante.  Questi alimenti sono: 

1. Frutta secca a guscio
2. Pasta e Pane
3. Olio
4. Cioccolato
5. Salmone

 

 

Vi spiego perché in realtà questi cibi dovrebbero sempre far parte di un’alimentazione sana compresa di quella di coloro che hanno la necessità di dimagrire.

1. La frutta secca a guscio: tra queste vi sono noci, nocciole, mandorle, anacardi, pistacchi e noci di mancadamia (le avete mai assaggiate? Sono una prelibatezza). La maggior parte delle persone non le mangia per paura delle calorie che apporta un alimento di questo tipo. Ebbene, confermo, sono caloriche. Ma perché lo sono? Sono ricche di grassi, che sono i micronutrienti più energetici (e quindi calorici) tra i tre esistenti (grassi, proteine e carboidrati). Ma il punto è che non bisogna basarsi solo sulle calorie per la scelta dei cibi. Le calorie rappresentano solo un fattore che influenza la nostra salute. Quello che dobbiamo valutare è la qualità dei nutrienti che li compongono e, in particolar modo, la frutta secca è ricca di grassi “buoni”, vale a dire acidi grassi essenziali della serie omega 3 e omega 6 che sono indispensabili per il funzionamento del nostro organismo, per mantenere elevato il metabolismo e quindi farci rimanere in forma. La frutta secca, inoltre, contiene altre sostanze utilissime come proteine vegetali, fibra alimentare, vitamina E, fitosteroli  e potassio. Ognuno di questi ha un importante compito nel regolare le nostre funzioni e privarsene, quindi, è in realtà uno svantaggio a tutti gli effetti (a meno che non si abbiano problemi di allergie).

2. La pasta e il pane. La pasta e il pane contengono in gran parte carboidrati che, se assunti in quantità eccessive rispetto ai propri fabbisogni, vengono fisiologicamente trasformati in grassi dal nostro organismo. Per quale motivo? Il nostro corpo si comporta come la “gobba del cammello”, e quindi fa scorta di energia per momenti di carestia. I carboidrati, però, sono fondamentali per l’organismo perché ci forniscono energia. Se li eliminiamo dalla nostra dieta il corpo in un primo momento risponde con la perdita di peso, ma creiamo uno scompenso che porta il nostro metabolismo a rallentare e il nostro organismo a deperire. Questi alimenti devono sempre far parte di una dieta sana e quindi vanno ben calibrati in funzione delle nostre esigenze (che sono diverse per ognuno).

3. L’olio. Centellinare l’olio con il cucchiaino non vi farà diventare magri. E’ scegliere e utilizzare nelle giuste quantità gli oli migliori che vi farà stare bene.  L’olio extravergine d’oliva, per esempio, è ricco di grassi monoinsaturi che sono importanti per la prevenzione delle patologie cardiovascolari e che quindi contribuiscono alla nostra salute. Ma anche altri oli, specialmente quelli vegetali spremuti a freddo usati in modo consono possono fornirci molti benefici. Per questo motivo non devono essere mai eliminati dalla dieta, nemmeno di chi deve dimagrire.

4. Il cioccolato fa male? Forse non sapete che gli ultimi studi a riguardo hanno dimostrato numerose proprietà benefiche di questo alimento! Il cioccolato ad alta percentuale di cacao (superiore all’85%) è ricco di sostanze, chiamate polifenoli, che hanno il potere di rallentare l’invecchiamento cellulare. Il cacao, inoltre, riduce il rischio cardiovascolare e favorisce il processo di dimagrimento. Questo si verifica consumandone una piccola quantità, ma nemmeno così piccola, ed è la giusta porzione e qualità che fa la differenza.

5. Il salmone viene spesso escluso dalla dieta di molte persone perché ricco di grassi,  ma in realtà i grassi che contiene sono grassi omega 3, benefici per la salute, in quanto associati a moltissime proprietà positive, quali il rallentamento dell’invecchiamento cellulare, la diminuzione di rischio cardiovascolare, ma non solo, anche la diminuzione del rischio di sviluppare molte patologie come tumori o patologie degenerative.

Come vedete, è molto facile avere conoscenze errate riguardanti l’alimentazione e soprattutto non è semplice conosce come combinare e dosare le giuste quantità dei cibi a seconda dei propri fabbisogni. Le conoscenze oltretutto avanzano giorno per giorno e non sempre ciò che è sempre stato ritenuto veritiero lo è ora o lo sarà tra qualche tempo. 

Non affidatevi a quello che sentite dire in palestra o dal vicino, perché per impostare un’alimentazione sana è fondamentale studiare e aggiornarsi continuamente. Affidatevi ad un professionista qualificato che vi possa indirizzare alle migliori e più avanzate soluzioni in termini di qualità dei cibi e dei vostri fabbisogni.

Se lo avete trovato interessante, vi invito a condividere l’articolo con i vostri amici e commentatelo qui sotto! Vi invito, inoltre, a leggere gli altri articoli sul blog. 

Continuate a seguirmi su Facebook, Twitter, Instagram e su GooglePlus!

PS. Sono molti altri gli alimenti che si pensa siano dannosi per la salute e invece non lo sono!  

Lisa Lasagna

L’autore del blog

Sono Lisa, Biologa Nutrizionista, iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi, dopo la laurea specialistica in Biotecnologie per la Salute, ho conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienze della Prevenzione, il massimo grado di formazione universitaria che si possa ottenere.
Controcorrente Sport Viadana